CapeHorn

… Noi felicemente pochi. Noi questa banda di fratelli. Che mettono la faccia dove gli altri non mettono neppure un piede. – It ain't over till it's over

A Che punto è la notte …

Perso , nella notte persa, mi sono domandato: a che punto è la notte ??Il richiamo ad F&L, è quasi automatico e gli autori e il libro, per me sono un "must".

Dicevo della notte (E’ vero scrivo e sono le 14,30, ma dopo la notte persa almeno un po’ di nanna …) In questi pochi giorni di vita "splinderiana", mi sono accorto che qualcosa è cambiato. Sono diventato un "cercatore". Giro tra i vari blog, erco spunti e occasioni per le mia riflessioni. Usmo le tracce come il lupo che annusa, guarda, se ne va, torna indietro, poi improvvisamente sparisce. Poi arriva e ti azzanna. "Esne lupus ?". Forse ma per ora mi limito al mio territorio e a guardare glia altri. Alcuni blog sono molto belli per originalità, freschezza di proposte, impaginazione. Altri scivolano sul carrello della mia più perfetta indifferenza. E’ vero, pago la giovinezza del caso, la tassa d’entratura, sono uno sconosciuto e poi debbo capire ancora quali siano le regole che governano questo mondo. Eppure qualche nervetto scoperto l’ho già toccato. Ma sono pronto al dialogo, all’incontro. Poi se arriva l’amicizia bene.

Già l’amicizia. Sono un poco diffidente all’inizio, forse perchè sento ancora sulla pelle le bruciature che mi sono preso in precedenza. Forse ho posto in esse troppe aspettative, troppe attese e non sempre sono state attese. Ebbene sì, diffido.Allora l’occasionale visitatore potrebbe obbiettare "ma che senso ha un blog ?". Mi do un’occasione in più per uscire dal solito circolo casa, ufficio casa.Nella mia ricerca mi sono imbattuto in due aspetti che da una parte non pensavo e dall’altra non conoscevo.

"Non pensiero": il sesso.

 In rete c’è di tutto e di più, ma mai più avrei immaginato che uno potesse creare un blog solo per introdure link che rimandano a siti che permettono la visione, gratis o a pagamento, di materiale porno.Il fatto che uno smanetti per farsi un blog porno a me sta bene. C’è libertà di opinione, di espressione ed tu ti esprimi. Posso non condividere, però ho l’obbligo di rispettare.Ciò che mi sfugge è  "Cui prodest ?". Mi dà l’impressione di aver di fronte una persona che non ha capacità di creare, soldi da investire, responsabilità da affrontare.  Più semplice sfruttare la rete e ciò che ci si trova. Organizzare un "robo" e via. Ci saranno anche motivi economici, perchè un certo ritorno sicuramente ci sarà, però sento che qualcosa mi sfugge.Chi sa parli e mi spieghi. Grazie.

"Non conoscenza" :  ANA.

Dire che è la moglie dell’ano e scriverlo anche, è perchè adesso, ora, mi voglio male e insulto la mia e la tua intelligenza, o improvvido lettore. Riconoscere in quelle tre lettere la porta per l’esplorazione del "B side" ?? Forse e allora assumiamo la postura da "Vecchio Porco bavoso" e via verso più grandi avventure.Puntualmente "Sbam !! Sbam !!" un dritto ed un rovescio e ti ritrovi nel mondo: ANA = ANORESSIA.Il risveglio è duro dopo due "pappine" così. Già la grafica è l’atrio dell’angoscia. Fondo nero i colori sono violenti e acidi (Di norma verde, rosa,rosso declinati a mille) e poi i contenuti. Al di là dei consigli tecnici (Come non mangiare e vomitare ed evaquare sino allo sbocco di sangue), ho letto solo e grande solitudine, angoscia perdita del se e del mondo circostante. Rincorsa verso miti, immagini, fantasmi che alimentano solo la distruzione.Siamo è vero nel mondo dell’immagine. Dobbiamo apparire e non importa se ciò che appare non è il nostro reale. Costruiamo una falsa immagine di noi e a questa ci aggrappiamo per mostrarci al mondo. E questa falsa immagine si sovrappone e diventa nella nostra mente realtà e l’immaginazione, l’avatar di noi siamo noi stessi immaginati. Quando ho scritto queste cose l’orologio dell’ufficio segnava le 03:57 e quindi i pensieri stavano andando a mucchio.Però la sensazione che lo scollamento dal SE esista in questi giovani. Non sono uno psichiatra, e non ho titoli accademici per facili diagnosi. Però sono un padre, con prole adolescente. Forse non questo problema, ma l’opposto. La gola è tentatrice e poi è figlia di tanto padre (Quasi 2 mt per + di 100 kg) ed imporasi è difficle. Ma questo distacco è possibile che si sia manifestato e mia moglie ed io non ci siamo accorti di nulla.Io sono stato educato a valori e principi nei quali affonda l’educazione della mia famiglia e di quella di mia moglie. Questi cose le abbiamo o proviamo sempre a trasmetterle anche alla figlia. Sono validi, come lo furono per noi oppure … Siamo stati chiari, esaustivi e persuasivi, siamo stati, siamo esempi viventi di quello oppure … Già, oppure …

Poi uno dice che si butta a sinistra/destra.

Noi quelli del ’54 non lasciamo indietro gli amici.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “A Che punto è la notte …

  1. il mio blog è quello che scivola nell’indifferenza?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: