CapeHorn

… Noi felicemente pochi. Noi questa banda di fratelli. Che mettono la faccia dove gli altri non mettono neppure un piede. – It ain't over till it's over

San Luca Evangelista.

Innanzitutto, cari condomini auguri di buon compleanno a tutti i Luca. Abitanti e non di questo condominio. Poi direte, perchè  Luca. Per il piacere di fare gli auguri a qualcuno e poi oggi è il suo Santo.

Veniamo a noi: venerdì 17 ha colpito. Il veccio PC, che avrei voluto utilizzare come magazzino per le piccole, grandi cose, improvvisamente è defunto, così pure il roll del mouse. Sono queste le cose che ti riconciliano con la morte. lo dico con il sorriso sulle labbra,mentro snocciolo imprecazioni degne di un nostromo dei film dei pirati. (Sono del ’54, me li ricordo, io). Lo so, che voi aggiungereste con un pizzico di malizia, "eh sì, sei vecchio". Vecchiooooo a chììììììììììì. Forse, un po’ âgée, i capelli sale e pepe, la barba, più sale che pepe, ma il resto del pelame, invero non folto, posso assicurarvi è nero fumo. Non sentivate la mancanza,di questa descrizione ed approfondimento, sulla mia superficie pilifera. No, non ne sentivate, però ve la beccate, almeno avete un qualche indizio su chi si cela dietro …

Intanto continuo nelle mia scorribande e ultimamente ho conosciuto ed apprezzato una donna e due uomini di rara bellezza. Due perchè scrivono, e lo fanno in maniera sopraffina. Con stile asciutto, ma sapido. Niente sbrodolature di pagine e pagine, per descrivere un fiore o un prato o uno stato d’animo. L’altro perchè è il viaggiatore che tutti noi vorremmo essere.

Il viaggio è tale, non perchè hai una meta, quella è solo un’alibi. Il viaggio è viaggiare. Accostarsi al mondo, fatto di uomini e cose. Persone e situazioni. Il viaggio è memoria, conoscenza. E’ mettersi in gioco e giocare. Ho posto la domanda <<quando, il gioco si fa duro?>> Mi è stato risposto quando si applicano le regole. Il viaggio è anche questo. Le regole del prima e del durante. Il viaggio è in noi, forse siamo noi, inconsapevoli protagonisti della vita. San Luca Evangelista, racconta di un viaggio straordinario e per qualcuno, questo viaggio è fonte di fede, speranza, preghiera e regola di vita. Per altri è solo un racconto,non facile e che finisce in maniera troppo strana. Quasi che la chiusa sia raffazzonata alla bell’e meglio (Si scriverà così? Mha). Per me  è la prima che ho scritto. Non voglio essere un predicatore, nè un evangelizzatore, anche se tutti coloro che si dicono cristiani dovrebberlo essere e fare di conseguenza. Non ne ho lo spessore, non posso dire " Scaglio la prima petra, perchè posso ! ". Mi accontento di evangelizzare me stesso e con grande fatica.

Ma ritorniamo al viaggio e alla scrittura. Un binomio che vanno bene insieme. Si viaggia e si prendono appunti sulle cose, persone, fatti o personalmente vissuti o ascoltati. E’ un mezzo di arricchimento, giusto per rafforzare le parole che recitano "Fatti non foste per viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza"

Il viaggio è esperienza di altri viaggi e più viaggi,più impari ad essere selettivo , sei asciutto nei pensieri e nelle parole, arrivi presto al cuore del problema, sei sintetico. Mi accorgo invece che sono prolisso.

Mi tocca ripartire. Sono ancora tante le cosa da imparare, per arrivare a dire:

<< Ed è subito sera. >>

Noi quelli del ’54 non lasciamo indietro gli amici.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

5 pensieri su “San Luca Evangelista.

  1. CurlyzTerron in ha detto:

    Ognuno sta solo sul cuor della terra
    trafitto da un raggio di sole:
    ed è subito sera..
    ..adoro questa poesia di Quasimodo!
    Il viaggio è ciò che maggiormente arricchisce l’essere umano!

  2. anneheche in ha detto:

    Mi piace come scrivi 🙂

  3. RedPasion in ha detto:

    “Ti invito al viaggio
    in quel paese che ti somiglia tanto…”
    esordisce il brano di Battiato-Sgalambro (Baudelaire) …

    “Laggiù, soltanto ordine e bellezza,
    lusso, calma e voluttà.”

    [Charles Baudelaire da I fiori del male – Invito al viaggio]

    questo è Il Viaggio…
    ma… noi quotidianamente… abbiamo piccole mete da raggiungere… e i percorsi sono assai difficili…

    ogni tanto mi è capitato di definire il nostro viaggio quotidiano
    una corsa ad ostacoli da bendati su cocci di vetro
    contro pareti di cemento armato

    la mente e il pensiero… fanno da veicolo…
    solo quelli ci salvano

  4. capehorn in ha detto:

    Nessuno può esimersi dal viaggiare, Non importa come, non importa quando, prima o poi lo dovrai fare.
    CapeH

  5. ceglieterrestre in ha detto:

    Ciao Carlo, grazie per il commento sul mio post, su ‘compagni di viaggio’ dove posto se ti piace il fiore del melograno lo puoi prendere, con la promessa che quando tua moglie finisce il quadro me lo fai vedere e ci fai un post.Ti ho linkato per tornare alla tua casa.Una buona serata

    Ps
    Nel mio blog, trovi dei fiori stupendi immagini fatte in Puglia, alla ricerca delle orchidee selvatiche e altri fiori, cerca e vedrai che spettacolo, adesso ti lascio ‘omini nudi’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: