CapeHorn

… Noi felicemente pochi. Noi questa banda di fratelli. Che mettono la faccia dove gli altri non mettono neppure un piede. – It ain't over till it's over

Quante nubi

Quante nubi in questi giorni, tante da riempire il cielo, e non solo. Anche un po’ la testa e le coscienze. Una in particolare a mostrare la corda con cui ci siamo cinti i fianchi. A provare la nostra triste fragilità. Eh sì, perché di fronte alla nube vichinga, quel perfetto congegno che è la nostra civiltà tecnologica, prima ha avuto qualche sussulto, poi si é accasciata su di se. Nella corsa alla perfezione dei nostri meccanismi organizzativi, dove tutto è collegato, dove tutto parrebbe saldato l’uno all’altro, sono cominciati prima degli inciampi e poi una rovinosa caduta. Abbiamo avuto la dimostrazione che solo la nostra infinita autoreferenziale supponenza, ci fa dire che apparteniamo alla specie dell’ ” Homo sapiens sapiens”. La nostra tanto decantata sapienza, ci ha fatto forse prevedere, arginare, combattere, almeno alla pari, una semplice eruzione vulcanica. Eruzione di cui quasi immediatamente sappiamo i suoi componenti, ma non sappiamo assolutamente prevedere una fine. Conosciamo le cause e gli effetti, ma ignoriamo il tempo in cui si sono prodotte le prime, ignorando di quali dimensioni saranno i secondi.
Quella nube vichinga, alta e nera, così simile a tante che l’hanno preceduta e altrettante che la seguiranno è lì, monito della fragilità umana.
Nubi di cui sono stato testimone oculare, due in particolare ricordo. Quella di Seveso e la incurante ignavia, con cui fu trattata nei primi fatali giorni e quella di Chernobil, trattata con quel tanto di sufficienza.
Della prima posso capire la totale ignoranza che si aveva della nocività della diossina in breve e lungo periodo.
Della seconda l’assoluta tracotanza di un sistema politico e di quelli asserviti, che negarono anche l’evidenza del fatto.
Noi il popolo, eravamo semplici pedine di un gioco troppo grande e complesso. Tale si dimostra ora.
Solo che ora vediamo i bivacchi improvvisati, la gente gettata in una transumanza che è sempre più vissuta come una triste e feroce odissea, piuttosto che un momento per guardarsi dentro.

Mi fa specie che ancora nessun millenarista abbia fatto sentire forte le note di quella “java” impazzita cui s’abbandonano, invocando secondo credenza, i “penitenziagite” di prammatica.
Forse qualche sostenitore della “teoria del caos” gongola. Se è vero che un battito di ali di una farfalla a Sumatra, scatena un ciclone sulle Antille, questa nube dovrebbe essere guardata con terrore dall’altra parte del mondo.
Sinceramente vedo male gli australiani.

Solo il futuro così naturalmente oscuro, avvolto ancor più dalla coltre di nube, ci risponderà a quelle che sono ora le domande circa le conseguenze.
Si risolverà in pochi giorni, tanto da rammaricarsi di una vacanza perduta, di un incontro da rimandare. Oppure per settimane verranno a mancare materie, che si rivelano indispensabili ad un’economia così globalizzata. Non parlo solo di materie ma anche di uomini che s’incontrano, discutono, decidono. Verranno a mancare quei contatti, che a volte sono indispensabili. E’ vero che se questo stato si protrae in medio lungo termine, gli effetti sarebbero pesanti. Intoppi ed anomalie produttive, carenze o addirittura mancanze, epperò si andrebbe ad un aggiustamento, a compensazioni giusto per supplire alla quantità, anche alla qualità se ne è il caso. Storceremmo il naso, ma poi scrolleremmo le spalle e ci adatteremmo, come sempre.
Quella nube nera in fondo è solo il simbolo della nostra ignoranza e della nostra impotenza.
Piccole e fragili creature, nella nostra superbia abbiamo creduto di poter dominare, condizionare tutto e tutti, governando anche la natura.

Stolti che siamo non ci fa paura neppure l’aria che respiriamo, a patto naturalmente che sia condizionata.
Pensare che quella nube, è l’occasione per far piazza pulita delle troppe arie che ammorbano noi, asmatici immaginari, icari decidui, transumati spauriti.
 
 
Noi, quelli del ’54  (fossimo almeno a NordOvest di noi stessi)
 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

21 pensieri su “Quante nubi

  1. morellina in ha detto:

    e già…con grande tracotanza, pensiamo di poter dominare anche le forze della natura; e invece, basta quello che è, dopotutto, un fenomeno naturale ed imprevedibile, per ridurci allo sbando…sarebbe meglio meditarci un pò sopra, non farebbe per niente male……  

  2. capehorn in ha detto:

    Nella speranza che il cielo non ci cada sulla testa. Asterix & Co. insegna. 

  3. thecicken in ha detto:

    e poi andremo avanti come se nulla fosse accaduto…

  4. anneheche in ha detto:

    Infatti, non è né la prima né l'ultima volta.

  5. brumbru in ha detto:

    Concordo. La natura, alla fine, vince. Noi siamo piccoli piccoli…E Nostradamus non l'aveva prevista, stà cosa? Mi meraviglio…

  6. feritinvisibili in ha detto:

    Concordo e sorrido.

  7. melogrande in ha detto:

    A me sorprende il senso di composta rassegnazione con cui, tutto sommato, mi pare che la cosa sia stata generalmente accolta.Niente millenaristi, niente complottisti, diamo alla natura ciò che è della natura.Quasi fossimo consapevoli di averne combinate un po' troppe, ultimamente, e che questa si possa considerare una reazione della natura quasi quasi salutare, del genere "se ci sei batti un colpo".(Fra chi poi è abituato a viaggiare tanto per lavoro, subentra persino una specie di stravagante elettricità, come scolari di fronte all' assenza del prof, un' ora di ricreazione imprevista e regalata.)

  8. mulisinasce in ha detto:

    Io mi sono ritrovata in una coda fantascientifica alla stazione per due biglietti…..la forza della natura è niente di fronte alle piccolezze umane e alla maleducazione. 

  9. Zaagsel in ha detto:

    e poi magari è solo un campanellino d'allarmein altri tempi si sarebbe detto un presagioin fondo il 2012 è vicino

  10. Lillopercaso in ha detto:

    Forse potremmo approfittarne per leggere o rileggere LA NUVOLA NERA, noi piccole e fragili creature superbe!

  11. azalearossa1958 in ha detto:

    È una palla quasi ovale…. ma te la mando con le ali del cuore!!!!Auguri!!!!!!!!!!!!!

  12. Lillopercaso in ha detto:

  13. feritinvisibili in ha detto:

    Perché il sole? E' che in un certo senso fate cose simili: siete dispensatori di energie/pensiero preziosi e vitali e soprattutto restate saldi al vostro posto e resistete anche quando le nuvole vi nascondonoAuguri Capeh!

  14. Lillopercaso in ha detto:

    (pubblicità a parte)  E parché? Parchenò, Capehorn 

  15. brumbru in ha detto:

    Pare che sia il tuo compleanno. In tal caso: auguriiiiiiiiiiiiiiiiiiii!p.s.: in caso contrario tientelo da parte ed usalo quando più ti aggrada.

  16. marleneinnoir in ha detto:

    Un articolo assolutamente interessante , mio stimato Amico . Leggendolo mi sono venuti in mente lcuni passi del Nuovo Ordine Mondiale , che se non sai cosa sia e conoscendo la tua sete di sapere ti chiedo per cortesia di informarti qui :  http://flamersreturns.forumfree.it/  , ti assicuro che non rimarrai deluso , ne dagli articoli scritti da un amico , ne dai video che ha messo il mio uomo .Questa esplosione ha avuto qualcosa di particolare , come un messaggio subliminale , qualcosa di recondito e particolare .Ti chiedo di leggere gli articoli scritti da un amico che si "chiama" Lupodelcielo e che è un vero scrittore , ma per volontà sua non posso svelarne il nome e nemmeno le opere da lui pubblicate , ma sono sicura che quando avrai tempo e tranquillità , senza fretta , troverai il tutto molto interessante : il tuo articolo mi ha fatto fare un pensiero collegato a ciò che ti ho citato .Un abbraccio con la stima di sempre ed un bacino alla tigre ciaoLady Tears alias Marlene In Noir

  17. marleneinnoir in ha detto:

    di cuore
    Linda

  18. melogrande in ha detto:

    AUGURI !!!!!

  19. capehorn in ha detto:

    @ thecicken = già, immemori di ciò che avvenuto. Schifando gli ammaestramenti ricevuti.@ anneeche = sicuramente, ma continuamente a coltivar diamanti e …. Faber docet.@ Brumbru = Ah la natura, di cui conosciamo quel che più ci piace, ogni tanto ci ricorda che non é tutto oro ciò che luccica.Per ciò che so Nostradamus stava scrivendo a Paracelso e così si é perso la sua stessa profezia..@ feritinvisibili = sorrido con te. Non per cortesia, ma perché sorridere fa bene al cuore. Di questi tempi poi …@ melogrande =  la tua lettura mi piace proprio. Come studente che ha studiato, un'intervallo così ghiotto é da predere al volo.@ mulisinasce =  alla maleducazione neppure il Krakatoa avrebbe forza pari da opporre.@ zaagstel = decisamente ci si é attaccato un po' troppo a quel campanello. O forse siamo così duri d'orecchie?@ azalearossa1958 = in qunato ovali, valgono il doppio !  @ Lillopercaso = I quattro di Liverpool ? Quanto onore ! Fin troppo ! Grazie … per quattro.@ feritinvisibili # 13=  ah per resistere si resiste. In quanto alle nubi, bhé c'é sempe un maestrale pronto da qualche parte. Non sono a NordOvest per nulla. @ Lillopercaso# 14 = Grande e godibilissima quest'ultima fatica benniana.Letto come bere un vino di una grande annata. Grazie ho apprezzato molto.@ Brumbru  # 15 = pare proprio di si ! Gli auguri li consumerò piano piano. Nei momenti down verranno utili. Grazie.@ marleneinnoir =  leggerò sicuramente e con la dovuta curiosità che ancora mi anima. Ne devo approfittare: della curiosità s'intende. Per ora il felino ed io ci guardiamo. @ marleneinnoir = appunto, ci guardiamo      Grazie tantissimo.@ melogrande # 18 = Anche pirotecnico !  Sei una sorpresa sempre e comunque . Grazie ancora.

  20. piadellamura in ha detto:

    ironico e per certi versi dissacrante ma va bene così…molto piacevole la lettura.

  21. capehorn in ha detto:

    @ piadellemura = ironia eun che di dissacrazione, giusto per ricordarsi di non prendersi troppo e troppo spesso sul serio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: