CapeHorn

… Noi felicemente pochi. Noi questa banda di fratelli. Che mettono la faccia dove gli altri non mettono neppure un piede. – It ain't over till it's over

Ufficio Facce – Febbraio 2012

UFFICIO FACCE – Febbraio 2012

 

Essere modesti significa proprio non aver nulla di che vantarsi?

Ufficio Facce.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

28 pensieri su “Ufficio Facce – Febbraio 2012

  1. Qualche volta è proprio così. Quello che è certo è che la modestia non è particolarmente utile. Spesso si risolve in mancata pubblicità. Se uno è troppo modesto, gli altri possono pensare: “Se nemmeno lui crede in se stesso, perché mai dovremmo credergli noi?

  2. No. Potrebbe essere fregarsene di pubblicizzare in giro, a gratis il proprio sapere.

  3. Non ci posso credere, un post di tre righe.
    Secondo me la modestia è il desiderio di essere acclamati due volte. Quando è troppa, eh.
    Che poi è una massima di un autore francese di cui non ricordo il nome.
    Buona domenica!!! 🙂

  4. domanda interessante…

  5. Per qualcuno si, per me essere modesti è una grande soddisfazione da non sbandierare ai quattro venti.
    Un saluto

  6. no, è un modo per vantarsi del fatto che non ci si vanta.

  7. Certo che no. Diciamo che le proprie qualità sono indipendenti dal fatto che uno se ne vanti o meno. Anzi, non vantarsi delle proprie qualità è semmai una qualità che si aggiunge alle altre eventualmente presenti.
    Di fatto, però, viviamo in un mondo in cui la superficialità impera (con le debite eccezioni), dunque a volta far notare le proprie qualità può servire. Questa io la chiamo “constatazione o consapevolezza”, ed è diversa dalla vanagloria.

  8. Dipende dalla genuinità della modestia, immagino. Ma se è una posa non è più modestia, forse, e allora stiamo parlando di un’altra cosa con un altro nome.

  9. non è per vantarmi ma modestamente… vivo:)))
    buona serata
    e grazie infinite:)

  10. Significa piuttosto vantarsi con discrezione

  11. I commenti sono tutti belli.
    Da parte mia credo che la modestia celi sempre un po’ di ipocrisia.

  12. Alla faccia della modestia! Che post stringato! Forse temevi che ti avremmo giudicato vanitoso e superbo se avessi scritto qualche parolina in più?
    Ma no, forse la spiegazione è più semplice, c’è stato un blackout dell’ENEL si è spento tutto….

  13. L’Ufficio Facce é modesto e schivo e allora tocca a me rispondere.
    La modestia é una virtù che ha vita difficile. Non puoi sbandierarla o comunque parlarne in prima persona, perché così si vanificano i presupposti.
    D’altra parte non puoi neanche mascherarla e troppo, altrimenti incorri in guai peggiori.
    Essere modesti, secondo il mio parere é agire con la coscienza delle proprie forze. Impegnando nell’azione quella dose giusta per arrivare ad un buon risultato.
    A volte é anche prevedere, prevenire e fare senza dar peso all’azione e senza poi gloriarsi del risultato.
    Al massimo far presente che ciò che doveva essere fatto o detto lo é stato, con impegno, ma senza troppa “coreografia”.
    Mettendo in campo le proprie abilità, punto, rendendo normale, quello che ad alcuni potrebbe risultare eccezionale, ma che non lo é affatto.
    E’ vero che c ‘é chi fa di tutto per dimostrarsi modesto nell’agire, come se quell’azione é solo il frutto di una consolidata capacità; ma sotto sotto ambisce a che quella modestia sia riconosciuta.
    C’é anche chi fa o dice senza menarsela tanto, consapevole dei propri sforzi e contento dentro se di essere riuscito a copierli, senza per questo ambire alla medaglia.
    Insomma é accettare di fare il passo com’é la lunghezza della gamba e non farlo pesare agli altri.
    Altrimenti diventa vanagloria, superbia, ipocrisia, pessima stima di se e via cantando.

    ps: La prossima volta scriverò almeno cinquemila parole e … modestamente … ne sono capace.
    🙂

  14. carmilla50 in ha detto:

    yummi yummi…quien sabe?
    effettivamente, ci sono persone modeste per vocazione, fanno le cose che devono fare senza vantarsi, molto tranquillamente…direi che non sono affatto male, come persone:)
    altre persone, invece, fingono solo di essere modeste; in realtà non lo sono affatto, caso mai è il contrario…ad ogni modo, credo siano facilmente riconoscibili; basta un pò di intuito…:)

    cmq l’ufficio facce continua a porre delle belle domande, non ha perso lo smalto di un tempo…ehehehehehehe

    • @ carmilla50 = E’ diffiicle stabilire chi é modesto di natura e chi invece sa fingere alla grande.
      Specialmente di questi tempi dove pur di mettersi in mostra, non ostante tutto, non so proprio cosa si potrebbe fare.

      L’Ufficio Facce ogni tanto si riprende bene e allora …

      • carmilla50 in ha detto:

        già, anche questo è vero; viviamo in un mondo in cui mettersi in vetrina sembra quasi un obbligo, per certe persone…posso dirlo? che noia, ma chissenefrega, tanto non c’è nessun premio finale…mia nonna ad esempio diceva sempre che è inutile correre così tanto in macchina, perchè ci sarà sempre qualcuno davanti a noi, non saremo mai i primi…ecco, il ragionamento suo si può applicare a molte altre cose:)

        complimenti vivissimi all’Ufficio Facce..ehehehehe

  15. ma quanto è saggio st’ufficio facce

  16. io tendo a confondere modestia ed umiltà, seppur linguisticamente è chiara la differenza. eppure è troppo distante la modestia dall’umiltà. anzi, a volte penso che la modestia non esista e che l’umiltà è difficilissima da trovare e si brucia nel momento in cui la si pensa. ho conosciuto pochissime persone umili. e chi si definisce umile, mi scade proprio sulla definizione: una persona umile, secondo me, non può definirsi tale. al massimo, modesta.
    oddio, è un argomento così particolare, sicuramente mi sono espressa male, troppo energicamente e…
    mi piacciono alcuni vostri commenti, ci rifletto su!

    grazie per esser passato da me, davvero 🙂 il premio giuria, tra l’altro, valuta anche il post e l’attività sotto di esso. se il blog è attivo, se è partecipativo, se c’è vita. io credo, senza alcuna falsa modestia, di poter dire che tra i partecipanti, il mio blogghino è uno dei più attivi e variegati. al di là dei temi che propongo, che mi escono dalle valvole di sfogo ecc., proprio per le persone che splendidamente passano, passano e tornano, leggono soltanto, commentano, ecc. di là.

  17. @ PN = La differenza tra modestia e umltà é troppo sottile e così sfuggente, da renderla assolutamente soggetta a personalissime interpretazioni. Sia per chi ne fa sfoggio, diciamo così, sia per chi ne uarda le cause e gli effetti.
    Terreno se vogliamo, minato, per la difficiltà di darne la giusta rilevanza. Quindi non possiamo che affidarci al buon senso e all’istinto. Il più delle volte ci si azzecca.

    Se la valutazione é complessiva su tutto l’operato e quindi anche il pregresso non vedo perché non ti si debba premiare. Già ero passato a dare un’occhiata e mi ero soffermato sui tuoi post, che mi hanno dato la possibilità di alcune mie personali considerazioni e avevo trovato la cosa molto stimolante. Poi aggiungi anche che gli interventi sono incisivi … dunque, bene venga un meritato riconoscimento per la passione e l’impegno profuso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: