CapeHorn

… Noi felicemente pochi. Noi questa banda di fratelli. Che mettono la faccia dove gli altri non mettono neppure un piede. – It ain't over till it's over

Pi a ci

Vorrei scrivere un post, visto che ho dieci minuti da spendere in maniera costruttiva.

Vorrei scriverlo riguardo un tema dell’anima, un moto dello spirito. Forse é meglio che scriva di politica e ne scriva analizzando non tanto il presente, piuttosto le possibili proiezioni future sulla vita di questa nostra società.

In fondo anche l’economia, macro e micro, é un terreno affascinante. Ove poter sondare, con sagacia e professionalità ogni ben che minimo movimento. Ogni sussulto, anche il più ininfluente potrebbe dar la stura ad una conversazione piena e profonda. dato per certo che gli interlocutori che interverrano , sono all’altezza di un simile impegno. Interrogarci su come l’evidente lievitazione del prezzo del deuterio, possa in lungo periodo, inficiare gli sforzi posti fin’ora in essere per trovare innovative vie alla richiesta, sempre più pressante di fonti sicure per l’energia e di conseguenza per lo sviluppo economico, che tnto ci sta a cuore. In verità potrebbe anche affrontare , prendendo spunto proprio da questo incipit, l’eterno problema della diversità e della sproporzione di sviluppo, ancora esistente tra il Nord e il Sud del mondo e offrire soluzioni compatibili allo status di nazioni in via di sviluppo e che queste soluzioni diano nuovo vigore e aiutino lo sviluppo stesso. Proporre soluzioni, che plasmandosi con le locali situazioni, individuino la via verso un’originale, perchè no, svolta economica di quegli stati che solo ora si affacciano alla ribalta mondiale e che sono caratterizzate da un’esplosiva forza, vivace e forte. sarebbe l’occasione per una discussione, che mette a confronto come vengono sentite queste nuove istanze. Come sono interpretate le nuove esigenze e quali soluzioni possibili possono essere poste in essere.

Ora però se questi dieci minuti li avessi, ma preferissi spenderli nell’acconciare idee con prosa barocca e affettata, oppure in maniera sciatta e un po’ volgare, non tanto nei temini, quanto nella sostanza sia di idee, sia d’esposizione grammaticale e sintattica, potrebbe essere risolutivo a quest’impellente bisogno di lasciare una traccia, comunque sia.

Facendomi trucidi beffe dell’intelligenza del lettore, ma soprattutto dello scrittore (Ma nel qual caso, si opinerebbe che sparo sulla Croce Rossa), ammonticchiando una serie di unitili frasi, esponendo farraginosi concetti dei quali nessuno sente il bisogno di leggere o interpretarne il vero o il falso. Con arte sottile potrei anche soffiare il venticello dell’allusione sull’uno o l’altro e non ha nessuna importanza a cosa vado alludendo. L’importante é montare il caso, soffiare la sordida tabe di presunte rivalità. Inficiare  i buoni rapporti costruiti pazientemente, ma che creano disagio e peggio ancora invidia, con falsità inequivocabili, univoche e ribalde. Si potrebbe pure sostenere tesi ridicole, con ragionamenti grotteschi, tali da generare furori tali da far esplodere inimicizie e odi epici e definitivi. Scrivere di scemenze tali da risultare assolutamente incommentabili, anzi da far dubitare della sanità mentale di chi scrive e generando così preoccupazioni.

Tutte queste cose lo potrei scrivere se avessi dieci minuti da spendere e avessi l’idea giusta; purtroppo però, non possiedo ne gli uni ne tantomeno l’altra.

Se v’é qualcuno che possa venirmi in aiuto, ne sarei felice. Prima però vorrei che vi soffermaste sul titolo di queste quattro righe e rifletteste sul suo significato

Apriamo il dibattito, perché se ci sono : “pi a ci” , é pur vera l’esistenza di “ci di a ci”  e di  “ci fi a ci”. Ne converrete.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

35 pensieri su “Pi a ci

  1. carmilla50 in ha detto:

    ecco…leggendo questo post, sono rimasta del tutto basita:)
    e mi chiedo come potrei commentare, spremendomi le meningi per trovare le parole giuste, in modo da dimostrare la mia genialità…ecco, le parole non mi vengono:)

    una cosa vorrei dirla, però: noto che i dieci minuti liberi per scrivere li avevi….prrrrrrrrrrrrrr

    🙂

  2. @ Carmilla50 = Ma molti di più, in verità
    😀

  3. Ne convengo 😛
    In quanto al resto, mi chiedi troppo!

  4. oddio come mai non capisco?
    però in 10 minuti credimi hai scritto un post che mi pi a ce 🙂

    buona domenica sera
    moni

  5. Se in dieci minuti riesci a scrivere questo, cosa faresti in mezz’ora?
    Io ci metto molto di più di dieci minunti, di trenta minuti, ecc.. e rimango raso terra.
    Commenti i ntelligenti? Post intelligenti? Non so, devo ripassare la lezione di economia oppure quella sull’anima e lo spirito. Mi hai colto impreparato e rimandato a settembre.
    Un grande abbraccio

  6. Questo post andrebbe benissimo per un qualsiasi politico come discorso da sciorinare in una qualsiasi piazza su un tema qualsiasi. Ecco.

  7. Marghetti, faccia un complimento esagerato anche all’Esimio… sennò ci butta fuori…

  8. L’esimio è sempre estremamente cordiale ,gentile un vero signore:)

  9. E se ne scrivessimo un altro? 😛

  10. @ ALE & Brum = A gentile richiesta, ma anche perché questo cominiciava a tediarmi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: