CapeHorn

… Noi felicemente pochi. Noi questa banda di fratelli. Che mettono la faccia dove gli altri non mettono neppure un piede. – It ain't over till it's over

La finestra del tempo.30

Terminata la colazione i due si ritirarono verso il fondo del salone, in un posto il più appartato possibile, perché non volevano essere disturbati. Misero in bella mostra le armi, giusto per seminare un po’ di apprensione per eventuali incauti che li avrebbero voluto avvicinare. Bastarono pochi sguardi scambiati con Amarilli, che la giovane donna si mettesse vicino al bancone e facendo finta di spazzare il pavimento, avrebbe trovato il modo di avvertirli di ogni possibile pericolo.
         < Allora le cose stanno così – Esordì Duncan – Darius, sa tutto. Gli ho raccontato per filo e per segno cosa è successo. Dai territori dei Mistrali, sta arrivando Evan il Bretone e al sua squadra di pulitori. Fosse necessario lui c’é. Verso la pianura, nel caso dovessimo spostarci , possiamo contare sull’aiuto di Due Facce e il suo gruppo. Gente più che affidabile e contro cui nessuno ha voglia di scontrarsi. Lo so … Sono considerati degli irregolari, ma almeno non sono dei predoni tagliagole. Mercenari e adesso lavorano per il Giudice e a me basta. Anche a te può bastare. Comunque alcuni di loro ci staranno già aspettando nei boschi oltre Ubertushause. Speriamo solo di non averne bisogno. In pianura il Cosacco e la sua gente ci darà copertura fino a casa tua. Il Giudice si sta muovendo in tutte le direzioni. Sta assumendo tutte le informazioni possibili e speriamo che gli arrivino in breve tempo e che ce le trasmetta >.
Logan sopirò.
         < Duncan … Tu credi veramente che esista quel programma. Quel dischetto o pen-drive o qualunque cosa sia? Quanti morti è già costato? Quante sofferenze ancora ci aspettano? A questo punto mi chiedo e credo che sia l’ultima domanda che mi farò: noi … Quanto valiamo veramente? Siamo o non siamo possibili danni collaterali? >.
Duncan lo stette a guardare per un po’, senza parlare, poi iniziò, con voce piana e neutra.
         < Quel programma esiste. Stanne certo e se lo cercano è perché in molti hanno paura. Una paura fottuta. Non del programma, almeno credo. No. Per quel che rappresenta. E’ l’immagine o meglio, un’immagine reale della paura. Fino ad ora l’uomo ha convissuto con la paura. In un modo o nell’altro lo ha spinto ad andare avanti soprattutto per cercare di vincerla. Attraverso il potere, attraverso il denaro, il sesso o comunque un qualcosa che servisse ad eliminarla. Lei però trova sempre il modo di aumentare la propria forza, il proprio di potere. Prendi l’informazione. E’ piacevole averla, sapere, conoscere, parlare eppure l’informazione può essere distorta attraverso la paura. Di chi la distorce e di chi la riceve tale. La paura è quella che muove chi, ti da l’informazione sbagliata ed è sempre paura quella che viene ricevuta. Non importa la forma. Importa la sostanza. Tu … Io cerchiamo in tutti i modi di abbatterla. A volte ci si riesce e a volte no. Togliamo  dalla circolazione dei delinquenti, ma non tutti e alcuni sono ancora fuori. Riusciamo a non far scoppiare dei disordini in questi luoghi, ma in altri scoppiano ugualmente. Possiamo dare da mangiare a molti ma non a tutti e chi ha fame ha paura di averne ancora di più. Chi possiede il cibo ha paura di doverlo condividere, il cibo. Abbiamo così paura della paura, che non siamo ancora stati in grado di ucciderci definitivamente. Ci abbiamo provato, ma siamo ancora qui a discuterne. Siamo danni collaterali? E’ una possibilità, ma sta a noi non farlo diventare una realtà. Il nostro valore? Riuscire ad arrivare fino in fondo a questa storia e prepararci per la prossima. Adesso però basta con tutte queste inutili filosofie. Portano solo ad allontanarci dalla missione. Trovare Kayla e quel programma maledetto. Il resto, non è proprio tutto affar nostro. Lasciamone anche un po’ agli altri, non credi>.
Logan fissò il compagno e sospirò. Dal volto risultava sempre emergere quella patina d’inquietudine che da quando tutta questa storia era iniziata, non lo aveva abbandonato un momento, poi allungò una mano e prese il fucile.
         < Se dobbiamo andare, facciamolo ora. Sono abbastanza pronto >.

<<<<< >>>>>

Il Giudice, seduto dietro la scrivania di uno studiolo, messogli a disposizione da Gran Protettore del Pissai, stava con la testa tra le mani e le braccia appoggiate al piano della scrivania stessa.
Le cose non andavano bene o comunque non andavano come lui le aveva immaginate e volute fin dal principio. Le notizie non erano assolutamente buone. Una possibile pista giaceva sul tavolo del’obitorio di Criseul. Il suo probabile assassino svanito nel nulla. Due dei migliori agenti, o almeno così glieli avevano spacciati tali, persi nei boschi sotto Bunker Hill, senza uno straccio di traccia nel per l’assassino, né, più importante, per quel maledetto programma. Un agente scomparso nei giorni precedenti e non ancora ritrovato e il buio più fitto.
Non aveva nulla, nulla che potesse dare almeno un accenno di svolta alle indagini. Lui, di tutto ciò, doveva rispondere al Capitolo della Gilda dei Pacificatori e al Consiglio della Confederazione dei Clan. Per tutti e due poteva solo rispondere con una triste raffigurazione: la sua testa sul ceppo, pronta per la mannaia.
Si udì un bussare discreto alla porta dello studiolo. Poi l’aguzza testa di Darius fece capolino.
         < Giudice, ho notizie abbastanza positive. I nostri uomini al Rifugio si sono mossi e pare che abbiano un solido indizio. Così mi ha riferito la nostra agente sul posto, quell’Amarilli, , che oggi avrà il cambio. Ho pensato di mettere al suo posto Esmeralda. Valido agente .. Appartiene ai Clan dell’Iberia. Bella donna e conosce bene la lingua mistrali. Ci potrebbe fare anche da collegamento con loro >.
Il Giudice non si mosse e si udì a mala pena un.
< Va bene. Quello che hai fatto  … Va benissimo, adesso se non c’é altro, vorrei riflettere  da solo >.
Darius, dopo un accenno d’inchino si ritirò lasciando il giudice a meditare.
Annunci

Navigazione ad articolo singolo

32 pensieri su “La finestra del tempo.30

  1. La storia si fa fosca e intrigante. Agenti scomparsi, potenti che voglio risultati tangibili.
    Quel benedetto programma esiste o è solo una fantasia di qualche nostalgico dei tempi passati.
    Diamine mi sembra la situazione italiana.

  2. La filosofia di Duncan…
    Logan ascolta, però ha le sue idee.
    Avanti così, Cape!

  3. azz… come sono indietro! Cerco di rimettermi presto in pari, eh?

  4. Tutti a cercare i trasmettitori….
    È in arrivo pure una spagnola a sostituire Amarilli…ne vedremo o meglio ne leggeremo delle belle…..
    Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: