CapeHorn

… Noi felicemente pochi. Noi questa banda di fratelli. Che mettono la faccia dove gli altri non mettono neppure un piede. – It ain't over till it's over

La finestra del tempo.64

La risposta di Duncan non tardò ad arrivare. Lui non era disponibile a raggiungere Logan e seguirlo nell’indagine per catturare Rakònkay, però poteva metterlo in comunicazione con la persona che curava i collegamenti tra gli Inquisitori e il Congresso Continentale e di conseguenza con l’apparato dei Pacificatori. Con il Giudice insomma, il nuovo Giudice che si era insediato da poco tempo. Non sapeva chi fosse stato eletto, ma sicuramente non avrebbe mancato di appoggiarlo, visti i precedenti.

Logan storse il naso a quella notizia, però capì che a qual punto doveva per forza fare da solo, senza l’appoggio del vecchio socio. Si rivolse a Fionnula, che non aveva smesso di compulsare lo schermo del suo PC e prendere i doverosi appunti.

         < Allora? Novità dagli alberghi? >.

La ragazza scosse la testa.

         < Niente da fare per ora. Ho fatto anche qualche telefonata ai miei informatori. Di stare in campana e di avvertirmi nel caso avvistassero il nostro uomo, ma credo che per ora si sia trasformato in un fantasma >.

Si aprì di colpo la porta e Merlano fece la sua entrata, portando sotto il braccio un voluminoso incartamento, che mise, con malagrazia, sulla scrivania di Logan.

         < Qui c’è tutto quello che abbiamo sul nostro uomo – Disse sbuffando e togliendosi la giacca – Come vedi di notizie  … Abbondiamo … Note di avvistamenti, verbali di pedinamenti, cose dette dagli informatori … Accomodati pure. Anzio accomodiamoci, perché la roba è tanta e noi siamo solo in tre e il tempo non ci é amico. O sbaglio? >.

Logan con un gesto chiamò Fionnula, ad accomodarsi anche lei alla sua scrivania. Prese il voluminoso fascicolo e lo divise in tre parti, facendo attenzione di suddividerlo equamente, nel limite del possibile.

Passarono le ore e Logan guardando fuori dalla finestra si accorse che le prime ore della sera erano ormai scese e che il suo stomaco stava brontolando in maniera preoccupante.

         < Basta – Disse alzandosi dalla sedia e stirandosi, attendendo di sentire scricchiolare qualche cartilagine. Poi iniziò ad ondeggiare la testa e sentì crocchiare le vertebre del collo – Basta. Fermiamoci  e andiamo a mangiare. Riprenderemo dopo. Personalmente sono arrivato al punto di non capire neppure ciò che sto leggendo. Non so voi, ma è venuta fame  e sete >.

Fionnula iniziò una ginnastica oculare e Merlano si lasciò letteralmente cadere sulla sedia. Sembrava un pupazzo disarticolato.

         < Sì – biascicò – Mi serve un buon pasto e una buona birra e … Fumare una sigaretta. Ne ho un voglia da … Non so neppure io da quanto. Andiamocene da qui e alla svelta >.

Fionnula dopo la ginnastica agli occhi pensò di aggiungere anche quella facciale e mentre faceva strane smorfie, prese il giaccone d’ordinanza, la borsa e si diresse verso la porta, senza spiaccicare parola.

I tre uscirono e si diressero in un locale li vicino, l’ ”Osteria dei Lupi”. Un locale tenuto da un tipo strambo che aveva passato fin troppi anni in giro per i boschi a studiare i lupi ed ora, che l’età e gli acciacchi non gli permettevano più le sue scorribande, aveva deciso di aprire un locale. Frequentato soprattutto dagli uomini degli Inquisitori e dei Servizi, visto che era vicino alla loro sede, serviva birra a volontà e piatti di una cucina semplice ma gustosa. I padrone non era scontroso o diffidente come gli antichi amici, ma aveva il dono di farsi gli affari propri e di non parlare mai con nessuno di ciò che sentiva nel locale. Ci teneva troppo alla clientela.

Il pasto fu consumato in silenzio, un po’ perché a Logan seccava parlare a tavola. Se era il momento di mangiare si mangiava e non si doveva pensare e o fare altro. Questo era un limite che aveva ostacolato i buoni rapporti con l’altro sesso. Però lui di parlare durante i pasti, proprio non ci riusciva. Merlano poi, era troppo impegnato a scarnificarle le sue costine di maiale, per lasciarsi andare a qualunque dialogo, infine Fionnula, con la sua insalata di pollo, stava masticando con lentezza ogni boccone e si vedeva immediatamente che il corso dei suoi pensieri era lontano mille miglia da quel luogo.

Solo dopo il gotto di caffè, con le pance piene e un diverso colorito, le lingue si sciolsero e stabilirono subito che gli elementi che avevano, pur essendo una montagna, non avrebbero portato certo a scoprire dove fosse Rakònkay, però potevano essere utili a capire il perché della sua presenza.

         < Se il Liquidatore è tornato – Esordì, dopo un certo silenzio Logan – Certo è che è stato mandato da qualcuno >.

         < Cioè?  A chi pensi? O per lo meno chi ne potrebbe trarre un utile? Qualche Gilda?  La banda delle Rune del Primo Fuoco? Un contratto, come pare definisca i suoi servigi, datogli da un … Privato? Vendetta, regolamento di conti ? >. Interruppe con foga Merlano.

         < Può essere un buon indizio quello di un Gilda. Pensiamo solo ai Mercanti delle Idee. Dopo i fatti di Bunker Hill, hanno perso molto potere e influenza e non da tutti sono accolti a braccia aperte. La collusione con la Banda del Norreno è una macchia difficile da togliere. Soprattutto per le grandi Tribù e i Popoli di questa zona. Ma anche di altre. So che al Nord dalla Scandia fino alle isole dei Pitti, le terre degli Angli, per non parlre dei Mistrali. Loro gli hanno precluse le frontiere >. Intervenne  Fionnula, che parlava fissando un punto indefinito del soffitto a travi a vista del locale.

         < Non credo che la malavita abbia un interesse così grande da ingaggiare un solo uomo. Per compiere poi cosa? L’omicidio di chi? Colpire forse Marcus? Ora che la matassa di Bunker Hill è stata svolta tutta, o quasi, ora che il Protocollo di Jeronimus è saltato fuori … L’uccisione di Marcus potrebbe essere simbolico. I resti della Banda del Norreno la fanno pagare a chi è succeduto a Jeronimus stesso. No, non credo proprio. Troppo lambiccato. E non credo neanche che vogliano colpire Togo e il suo gruppo. Per ciò che hanno permesso di scoprire riguardo Bunker Hill. E’ vero che quello ha azzerato praticamente un mondo di misteri e di conseguenza tutto quello che poteva ancora girare intorno a quel mistero. Una bella montagna d’interessi, sotto varie forme. Non so .. C’è qualcosa di strano e speriamo che l’arrivo di qualcuno del Congresso Continentale possa illuminare meglio la situazione >. Logan concluse il discorso ingollando l’ultimo sorso del suo caffè, ormai tiepido e alzato il boccale richiamò l’attenzione del padrone, detto il Lupo, per farselo riempire ancora.

Merlano fece una faccia meravigliata.

         < Avremo anche la partecipazione straordinaria del Congresso Continentale. Come mai? Chi ha avuto questa geniale idea? Forse che noi non siamo capaci di cavare un ragno dal buco? >.

Logan notò, come pure Fionnula, un risentimento nelle parole di Merlano.

         < No. Assolutamente. Li ho chiamati io, perché il Congresso è in contatto con i Pacificatori e loro hanno risorse che noi, attualmente non abbiamo. Tutto qui >.

Merlano scosse la testa, non convinto della spiegazione.

         < Dovrò informare i miei superiori di questa faccenda e non credo che saranno contenti della presenza di agenti … Bèh di quella gente li. >.

Logan sorrise malignamente.

         < Sembra che voi dei Servizi li temiate. Avete paura che guardino nei vostri cassetti? Oppure avete qualcosa del passato o nel presente, che preferite tenere lontano. A Duca Ramiro, ai suoi tempi sia il comandante DuRaand che Tauranga non fecero nulla per farsi scoprire, anzi lo depistarono con quel travestimento da pastori e Duca bevve la loro storiella e la propinò anche agli altri. Tutti caddero nel tranello. Mi sa che voi, quello  non lo avete digerito. Sbaglio ? >.

Merlano lo fisso cupo in viso.

         < Quelli erano altri tempi e no. I Servizi non devono assolutamente nascondere nulla agli agenti del Congresso e poi se lo facessero … Sarebbe giusto. I segreti del Clan devono rimanere tali e poi  … Basta non vi debbo nessuna spiegazione . A me interessa prendere quel Rakònkay, con o senza il Congresso in mezzo ai piedi. Sono stato chiaro? >.

Logan ingollò l’ultimo sorso di caffè.

         < Continuiamo la conversazione in ufficio se non ti dispiace >.

I tre si alzarono, pagarono e uscirono tentando nel limite del possibile di ignorarsi.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

20 pensieri su “La finestra del tempo.64

  1. Houston, il problemo non è stato risolto. Cosa facciamo? Chiediamo aiuto o facciamo da soli?
    Puntata ricca ma scarna di notizie. Il problema è ben lungi dall’essere risolto e tutti giocano le loro carte.

  2. Vedremo le prossime mosse…intanto mister bombetta se ne sta nascosto e forse a sua volta controlla i nostri eroi!
    ☕️☕️☕️☕️☕️☕️

    • @ Mari1953 = Che stia nascosto é chiaro. Deve decodere bene quali potranno e dovranno essere le sue mosse future.
      Non é così semplice colpire Logan e i suoi compari.

  3. Vedere al buio??? Ti comunico che sono miope come mister Magoo, finirà che vado a sbattere da qualche parte… scommetti che Rakonkay lo trovo io per puro caso?

  4. Dopo un’assenza dovuta a un guasto al pc mi sono rimessa in pari. La storia procede benissimo: ottimi sia i dialoghi, sia l’atmosfera, sia le descrizioni. Voto molto alto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: