CapeHorn

… Noi felicemente pochi. Noi questa banda di fratelli. Che mettono la faccia dove gli altri non mettono neppure un piede. – It ain't over till it's over

Archivi per il mese di “settembre, 2015”

Un acero pallido

ITA 23 – CAN 18

Abbiamo vinto, non so se per merito nostro o per demerito dell’avversario. Più il secondo forse, ma neanche. Contro una balbettante Italia, si é schierata una confusionaria compagine canadese. Tanta buona volontà, spirito pratico, ma c’é ancora qualche tornate da superare. Meno male per noi, a conti fatti

Non credevamo in una partita facile, ma neppure un incubo di rosso vestito. Contro quelle maglie non giriamo.  Non ci infiammano come torelli. Piuttosto ci impauriamo come conigli. La Francia aveva la maglia rossa e le abbiamo buscate. Va bhé era la Francia. Ma il Canada !? Una squadra di allegri taglialegna dell’Ontario, che ci hanno fatto vedere come non siamo i tronchi di pino del bosco del Cansiglio, ma piuttosto tremuli salici in riva alle fonti del Clitumno.

Comunque é andata e adesso il 4 ottobre contro gli irlandesi saranno … Non so cosa potranno essere; di sicuro lunghi come code di canguro e amari solo come certi cizetadueo sanno esserlo. Il mondiale sta scadendo. Nel senso che un paio di partite e tutti a casa e scade anche come gioco. Gironzoliamo, ci guardiamo in faccia (La terza meta loro, che l’arbitro non ha assegnato per un avanti macroscopico) é stata proprio una guardata generale della squadra. Io guardo te, tu rimandi lo sguardo e insieme guardiamo l’avversario che se ne va in meta bellobello!!! Sembrava un congresso di oftalmologia!

Bon, basta ho finito, chiudiamola e pensiamo al resto di questo sabato che inizia a credere all’autunno.

f.to IL BISLUNGO

RWC 2015

Ovunque3

 

E’ finita, quando é finita

Il titolo del post non tragga in inganno nessuno e se qualcuno vuole esserlo, lo sia … Affari suoi e fracciamocene una ragione.

Invece vorrei parlarvi di una assenza permanente, definitiva:  quella di Peter Lawrence Berra detto Yogi.

Chicazzé, alcuni diranno. Il solito americano di cui ignoravamo l’esistenza prima, la ignoriamo ora e per il prossimo futuro e questo senza perdere minimamente la voglia o meno di vivere. Mi dispiace per gli ignoranti (Coloro che ignorano) Yogi é stato un grandissimo sportivo, una leggenda del baseball (ovvio che non ne sappiamo quasi nulla), ma é stato uno dei battutisti americani più inverosimili che mai siano apparsi olteoceano. Solo un geniaccio potrebbe dire: “Non é finita finché non é finita.”

Sembra una idiozia, una cretinaggine elevata alla massima potenza eppure …  Eppure é di un’ovvietà così disarmante, che uno stenta a crederci. Nonsense, aforismi, verità assurde ed ineccepibili e queste perle di geniale pazzia affollano raccolte umoristiche di tutti i tempi e hanno dato lo spunto a comici ed autori delle due sponde antlantiche. Ne trovate di splendide nella raccolta delle “Formiche”. Fulmini che mi hanno sempre lasciato basito e senza fiato, ma con le lacrime agli occhi per il troppo ridere. Sono di gusti facili, rustici, campagnoli?

Forse, ma credo fermamente che: “Se il mondo fosse perfetto, non esisterebbe”.

Che se la giornata si sta rivelando difficile e piena d’insidie: “Oggi farà tardi, molto presto”.

Che ci sono quei giorni in cui vuoi che ci sia qualcuno a cui dire: “Tagliami la pizza in quattro che non ho abbastanza fame per mangiarne sei”.

Perché é facile nella vita che: “Se non sapete dove andare, facilmente vi ritrovereste in un altro posto.”

In ogni caso: “Se trovate un bivio, imboccatelo”.

Anche il tempo, per lui, aveva la sua importanza : ” Il futuro non é più quello di un tempo.”

Anche i suoi effetti: “Bisogna andare al funerale degli altri, se volete che gli altri vengano al vostro.”

Con lui vorrei concludere con un’ovvia verità, alla faccia di La Palisse: “Ci siamo divertiti tanto insieme, anche se non siamo mai stati insieme”.

Addio “Yogi”, o forse chissà, arrivederci. Intanto fai divertire gli angeli; un sorriso non costa nulla perché: “Non é finita, finché non é finita.” Lo dice con il groppo alla gola anche l’Ufficio Facce.

 

Chicchirichì

FRANCIA  35     ITALIA  10

E sti’cazzi NO !!!

Ma andiamo per ordine, anche se col sangue agli occhi, di ordine ne ho poco e punto nella testa.Allora abbiamo perso e perso male, perché siamo stati indisciplinati, innanzitutto. Non puoi permetterti di regalare la bellezza di 19 calci nei tuoi 50mt, soprattutto quando hai la palla in mano, a gente che schiera dei cecchini in squadra (Vd. Michalak). Non lo puoi fare. Punto. Non puoi resistere e anche bene se vogliamo anche il 2^ tempo, ma mentalmente non essere lucido e commettere ingenuità da “Scapoli vs. Ammogliati”. Con una prima linea che vezzeggia e si trastulla. In più continua la maledizione degli infortuni, con Masi e il suo tendine d’Achille andato per frasche nelle brughiere inglesi. Campionato finito. Parisse ancora fuori e forse, se ci dice bene, rientra contro l’Irlanda il 4 ottobre. Ma anche a cercare giustificazione nella sfiga, non può essere così. A dirla tutta loro hanno segnato 2 mete e noi 1 sontuosissima e sfiorata la seconda se non la terza (Mancando come il solito i due soldi per fare la lira).Ci può anche stare. 2 mete = 10 punti, trasformazioni = 4, totale 14 per loro e 7 per noi. Aggiungiamoci pure i punti che saltano fuori da qualche punizione. Dico qualche e non 19 palle consegnate ai franzosi !!!! Cazzeruola … Uno s’adombra come un bufalo cafro a cui ravanano i gioielli di famiglia in maniera continua e anche surretizzia.

A questo punto non rimane che riposare, rimediare con uno buono studio degli errori e pensare a cogliere la foglia d’acero e farne sciroppo. Sabato c’é il Canada, squadra abbordabilissima che noi abbiamo già battuto in un test match estivo un paio d’anni fa. Una partita da vivere sino in fondo in preparazione al 4 ottobre contro l’Irlanda [ Che ricordo per inciso, abbiamo suonato nel penultimo 6 Nazioni (La Leonessa ed io c’eravamo)] E’ diffile che si ripeta quella partita o quel risultato, ma …. Ma é il mondiale delle sorprese, il Giappone 13° nel ranking ha battuto gli Springboks che sono 3° nel ranking dopo All Blacks e Australiani e i giornali inglesi, immediatamente hanno commentato con un bel “Arigatò!” già allo stadio di Brighton. La Georgia ha spianato Tonga e i tongani, come tutti quelli del Sud Pacifico, son gente tosta, indomiti, che prima di piegare, hai da sputar sangue sudore e lacrime. Se Tonga e Fiji hanno lasciato in campo il risultato, Samoa li sta vendicando contro gli Stati Uniti con un perentorio 19 a 8. Gli U.S.A. sono un po’ agli albori del rugby, in fondo i loro più acerrimi nemici sono proprio i canadesi. Siamo in basso nel ranking, comunque é una squadra che fa sempre la sua porca figura. Un po’ come la Namibia. Sono … bellerrimi e stupendosi, finiscono il mondiale con caterve di punti sul groppone. Gli austrialiani nei mondiali francesi gliene hanno rifilati qualcosa come 142 senza subirne nemmeno uno e quast’anno sono nel girone con la Nuova Zelanda. Mi sembre di sparare sulla Croce Rossa e affini. Lo so fanno tanta tenerezza, sono come i micetti di FB. Dunque, se volete vedere mete a gogò, non avete che da sintonizzarvi su quella partita. Anche se personalmente io non lo farei. I primi della classe non insegnerebbero nulla. Si comporterebbero come il peggior “Franti”, questo é sicuro.

Comunque per oggi ci sono due incontri di quelli  per palati abituati ai sapori forti : Galles vs Uruguay e per i palati fini : New Zeland vs. Argentina.

Me cojo  … Direte voi.  Eggià, me cojo … dico io e aggiungo: CROUCH – TOUCH – PAUSE – ENGAGE e giù di birra, pesantemente come se non ci fosse un domani … Mi raccomando.

F.to IL BISLUNGO

RWC 2015

Ovunque3

 

L’ a … normalità del bislungo

Eggià. Il momento é arrivato. Sono quattro anni che lo aspettavo, ed ora c’é. E’ il momento che un popolo, quello bislungo ne attendeva l’epifania. Apodittica, splendente, rutilante e tale s’é manifestata. Il Mondiale di Rugby é iniziato col botto. Non perché la vittoria inglese faccia quella notiziona incredibile, ma perché Fiji si mostrata quella che é. Una compagine corsara e imprevedibile, coriacea, mai doma e pericolosa “for ever”. La quarta e la nona del ranking hanno dato vita ad una buona battaglia., onorando l’ovale, ma non eccitando più di tanto.

Inglesi concreti, fin troppo e isolani … Bhè, sarà perché vivono in un paradiso, sarà che tanto sono grandi e grossi gli uomini così sono splendide le donne, sarà che fanno tanto simpatia, ma avessero un po’ più di testa, alla perfida Albione non sarebbe andata così apparentemente facile. Sì perché l’apparenza inganna. I fijiani sono stati un po’ troppo ingenuotti e gli inglesi, non si sono certo fati scappare la ghiotta occasione, comunaque archiviata la partita questa sera tocca a noi.

Sul campo di Twickenham, come dire La Scala ovale. Noi contro i Galletti e qui la strada é in salita. I test matchs estivi contro Scozzesi e Gallesi non sono stati dei più promettenti (La seconda sconfitta contro i Cardi, mi brucia ancora. Se brucia a me immaginate a loro) Comunque la sfortuna ci ha messo lo zampino. Con Parisse (Capitano … Mio Capitano) fuori almeno fino ai primi di ottobre, perdiamo immediatamente il Fetonte della nostra mischia. Il Nr.8 fra i più forti che abbiano mai calcato un campo dai pali ad acca. Questo non detto da tifoso, ma affermato dal gotha del rugby (Inglesi e Neozelandesi in testa) Dunque caviale Beluga e non pizza e fichi, tanto per intenderci.

Ora abbiamo il peggior cliente del girone, perché con i francesi o ci maltrattano come mappine oppure li suoniamo noi come tamburi. Vie di mezzio non ce ne sono. Va da se che i transalpini, sulla carta sono favoriti. Hanno riacquistato quella solidità e soprattutto quella voglia di rugby – champagne che ha fatto la cifra della squadra. A noi toccherà l’ennesima partita di trincea. Tenere il piunto d’incontro, spingerli nella loro metà campo, impedire quelle giocate fantasiose che piacciono tanto a Thierry Dusautoir e soci. Dunque disciplina massima e …Badilare come scariolanti.

Dunque, questa sera alle 21, chi ha la possibilità della piattaforma satellitare (Sì proprio quella … Ahahahahah) birra in mano e tifo libero. Oppure alle 23 sul canale 8 del digitale terrestre ci sarà la differita. Un occasione in più per un altro giro di birre.

Guardcatela con chi volete e come volete, ma guardatela. Anche i neofiti così iniziano a masticare un po’ d’ erba, di sudore e perché no anche qualche goccia di sangue. Vedetela con amici fidati, con moglie o figli e parenti vicini e lontani. Con la fidanzata o il fidanzato (Ricordate che il rugbista é un’icona gay). Oppure nella solitudine della vostra stanzetta, ma sempre avolti dai fumi della passione e attenti … Lo dico soprattutto q uelli che si avvicinano se non la prima , la seconda o terza volta: ricordatevi che sarete preda del più dolce e confortevole morbo che vi sia mai accaduto d’incontrare.

Non dite che nessuno via ha avvertito, se sentirete all’inizio di febbraio un insano desiderio di palla ovale. Non panicate … Arriva il 6 Nazioni e con quello passerà tutto … Fino al test matchs estivi, naturalmente .

Ah, dimenticavo: RaiSport trasmette il Pro12 … Ci sono le ZebreTreviso e Benetton Roma (Una diretta e una differita a settimana) contro il meglio delle squadre gallesi, scozzesi e irlandesi. Ogni venerdì sera alle 19.30 Eccellenza italiana Così la vostra ovalità sarà campleta.

Oera scusate debbo proprio andare … La Leonessa ha portato le birre per questa sera e l’Ufficio Facce, cialtrone, ne sta già approfittando … Ggggiiùlemanidalbirrinomaledettoattèggiulleamnidalbirrino!!!!

F.to IL BISLUNGO

RWC 2015

Ovunque3

UFFICIO FACCE – Settembre (1)

Lo specchio in bagno é scomparso. Sarà mica perché al mattino somiglio troppo al nonno ubriacone di Pinocchio?

UFFICIO FACCE

NEW_UFFACE

Navigazione articolo