CapeHorn

… Noi felicemente pochi. Noi questa banda di fratelli. Che mettono la faccia dove gli altri non mettono neppure un piede. – It ain't over till it's over

Una volta

Una volta, ma anche ora, si dice “minuteria metallica”. Per indicare cose di poco conto, marginali. Una metafora buona per ogni occasione, almeno per quelle pertinenti.

Ora bisogna cambiare metafora …  Bisognerà dire : “Minuteria lignea”.

Ebbene si, anche quest’anno ci portiamo a casa l’odiata e scrausa posata: il cucchiaio di legno.

Sempre che a Murrayfields, non si compia : o’ miracolo !!! Quello con la o maiuscola, ma molto maiuscola.

Il galletto non lo abbiamo mangiato. Rosicchiato un’aluccia e tanto basta, ma anche no. No non ci basta e non per essere calcistici,ma adesso basta anche arbitraggi che non sono proprio la quintessenza dell’imparzialità. Della meta negata a Bronzini, ne vogliamo parlare? Della meta di Picamoles? Meglio di no che mi avveleno inutilmente il sangue.

Però adesso un po’ basta sull’infallibilità arbitrale. La giacchetta nera non è il Papa e il rispetto va portato a tutti. Giacchette azzurre comprese.

Domenica prossima ultima tornata il quel di Edimburgo. Ci sarebbe da assaggiare l’haggis (insaccato tradizionale della cucina scozzese, riempito con interiora di pecora (cuore, polmone, fegato), macinate insieme a cipolla, grasso di rognone, farina d’avena, sale e spezie, mescolati con brodo. Il ripieno viene insaccato, secondo tradizione, nello stesso stomaco dell’animale che poi viene sottoposto a bollitura per circa tre ore. La tradizione prescrive che sia tagliato rigorosamente con una spada) Come leggete è una vera leccornia … Per chi piace.

Però … Però attenti ai cardi. Dice la leggenda che furono i cardi a far vincere una battaglia ai figli dei “Pitti e degli Scoti” e quelli non venivano da Woodstock  e non erano proprio figli dei fiori.

In ogni caso buon rugby a tutti.

Il Bislungo

 

                            6N.jpg

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

16 pensieri su “Una volta

  1. Ah era rugby!😂😂😂

  2. ormai ne abbiamo una bella collezione. Quasi quasi da fare un servizio. 😀
    Il galletto era vecchio. La pelle dura e la polpa coriacea. Ci credo che non l’abbioamo mangiato.

  3. Ci vuole pazienza, credo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: