CapeHorn

… Noi felicemente pochi. Noi questa banda di fratelli. Che mettono la faccia dove gli altri non mettono neppure un piede. – It ain't over till it's over

Archivio per la categoria “Bidoni&Bidoni”

Giùllemanidalbidone parte 2

Se qualche giorno fa si é arrivati vicini alla rivolta popolare, giusta e santa. ora s’odono solo parole e cantri di gioia e giubilo.

E’tornatoilbidone, qualle che ci era stato sottratto nottetempo o forse al mattino presto, ma non é questo il problema. E’ che ci era stato sottratto. Ora é ritornato epifanico ed apodittico come non mai.

C’é da dire che non é arrivato bello come il precedente. Forse un po’ per sfregio ce ne hanno restituito uno con l’interno sporco, ma… Fa nulla.

E’ il nostro figliol prodigo, parente metallico di quella Lessie (Perché in realtà era femmina) che era tornata a casa a furor di popolo, qualche tempo fa assurgendo all’empireo della settima arte e anche un po’ all’ottava.

Adesso mi osserva dall’altra parte della strada ed io ricambio il guardo. Anche il vicino malmostoso, gongola. In modo malmostoso, ma gongola.

Nel paesello spalmato tra Po e OltrePo torna lentamente la pace, l’armoinia e la concordia … Fino al prossimo scazzo , ma questa é un’altra storia.

Giùllemanidalbidone

Giullemanidalbidone. Questo é l’urlo che si alza feroce e compatto dalle gole degli abitanti della mia via. Qui, nel paesello spalmato tra Po e OltrePo.

Giùllemanidalbidone, quello di metallo, quello che d’esate puzza peggio di una discarica a cielo aperto e che qualcuno pomposamente dichiara essere una via, forse quella maestra, il decumano o il cardo a seconda della prospettiva insomma, di uno slum di Mumbai.

Quello che d’inverno e in certe notti d’inverno si confonde con la nebbia, bene ma così bene si confonde che il sacco del rudo lo scarichi nella casella della pubblicità del tuo dirimpettatio. Quello che abita di la dalla strada e ha sempre quell’aria incazzosa da che lo conosci ed é anche un malmostoso tanto che ha messo fuori la cassetta delle lettere solo per la pubbliccità e la posta la ritira alla casella postale all’ufficio. Ma quella é un’altra storia.

Giùllemanidalbidone, quello che faceva parte dell’arredo urbano di quest’ultimo scampolo di via, perché abito proprio in fondo alla via, dedicata ad uno di qui preti scomodi che la Chiesa sfoggia come quei gioielli che non sai mai quando indossarli, perché non s’intonano con nessun vestino e nessuna cerimonia, ma non per questo non sono tra i più preziosi.

Giùllemanidalbidone, quello  cui mancava un pezzo di guarnizione di gomma e le mosche potevano entrare e uscire meglio e anche la puzza era agevolata. E con la puzza  ti veniva la voglia di fare meno immondizia, sprecare il minimo indispensabile e … Porco cane, mi sono dimenticato di comperare i sacchetti della spazzatura … Quelli bluette … Ma questa é un’altra storia e non mi va di raccontarla.

Giùllemanidalbidone, che qualcuno su FB ha parlato di riscatto. Sì perché ce lo hanno sottratto nottetempo, o forse era mattino presto e io ero già andato via da casa per andare a lavorare e non mi sono accorto della mancanza. Qualcuno ha anche riso del fatto che ci toccherà pagare per riaverlo. Bhè noi tutti non ridiamo. E non dovreste ridere neppure voi.

Ci eravamo affezionati, così sporco, anzi no, pulito, che era passato il camion per la pulizia e lo aveva preso e lo aveva fagocitato in un contenitore che emetteva vapore e fumo e rumore e farsi svegliare alle 4 del mattino da quell’affare, urlante e sbuffante, non é stata una passeggiata di salute, piuttosto ha aumentato il consumo di cardiotonici, ansiolitici e antidepressivi, machissenefrega, perché era il nostrobidone.

Giùllemanidalbidone non ostante tutto, non ostante che il Cecio ha scritto che ha parlato al telefono con l’ASM e il bidone ce lo riportano la prossima settimana e il riscatto non lo dobbiamo pagare. Anzi non dobbiamo pagare niente.

Cecio … vogliamo ilnostrobidone, non importa se gli mettono la striscia di gomma nuova … Va che poi qualcuno ne ruba un pezzo, perché c’é sempre una guarnizione da riparare e l’estate qui é di quelle che il sole picchia come un fabbro e i giardini vanno innaffiati e gli innaffiatoi poi hanno le guarnizioni che perdono e allora … Allora quella é un’altra storia e non mi va di raccontarla e poi a voi non frega, anzi non deve fregare nulla delle guarnizioni. Soprattutto quelle nostre

Piuttosto vigilate che non vi rubino il vostro di bidone, quellodelrudo, quello che puzza e che mettono di fronte al vostro cancelletto, dall’altra parte della strada e che qualcuno gli ha dato una passata, o meglio un baffo, con una vernice che é quasi rifrangente. Così non sbagli più e non metti il sacchetto del rudo nella buca della pubblicità di quello che é malmostoso. Che poi pubblicità e rudo saran ben la stessa cosa, ma é un fatto che non sempre nel sacchetto metti il torso dell’insalata. Scappa anche la pelle del pesce e allora sì che é tutta un’altra storia.

Ecco é questo che é capitato al paesello, quello spalmato tra Po e OltrePo dove ti rubanoilbidonedelrudo e potrebbero chiederti il riscatto, dunque  …  Gùllemanidalbidone.

Navigazione articolo